Coro

Il Complesso è costituito nel 1969 grazie alla volontà di Don Eligio Maset. Operando inizialmente sul territorio regionale, ben presto allarga l’attività a molte città italiane ed estere dove riscuote ottimi riconoscimenti di pubblico e di critica: da Venezia (Basilica dei Frari e Biennale Musica) a Treviso, da Aquileia a Bolzano, da Padova a Udine, da Trieste a Torino.

Il coro è composto da una trentina di cantori. Nel corso del tempo è stato diretto da vari maestri (L. De Paoli, M. Parovel, E. Rojatti, C. Berlese, A. Martinolli, Tiziano Forcolin, Roberto Spremulli, M. Baldin, E. Lachin). Attualmente alla guida del coro c’è il M° Davide De Lucia.

Il coro San Marco vanta un vasto repertorio e si esibisce spesso assieme all’orchestra San Marco.

Fra le principali opere che ha eseguito: la Fantasia op. 80 e la messa op. 86 di Beethoven, il Requiem di Cherubini, il Salmo CL di Franck, il Messiah di Haendel, la Paukenmesse di Haydn, la Sinfonia Lobgesang di Mendelssohn, la Krönungsmesse ed il Requiem di Mozart, i Carmina Burana di Orff, lo Stabat Mater e la Petite Messe Solennelle di Rossini, il Magnificat ed il Gloria di Vivaldi, l’accompagnamento musicale in prima assoluta della nuova partitura del film “La Passione di Giovanna d’Arco” a cura di Touve R. Ratovondra.In occasione dell’ultimo natale, 2016, il coro ha eseguito il  Te Deum di Marc Antoine Charpentier accompagnato dall’orchestra San Marco su strumenti originali.

DAVIDE DE LUCIA

Davide De Lucia ha iniziato gli studi musicali presso il Conservatorio Tomadini di Udine sotto la guida dei maestri Tarcisio Todero per l’organo e Umberto Tracanelli per il pianoforte. Successivamente si trasferisce a Parma per completare gli studi nella classe del maestro Stefano Innocenti con il quale si diploma in organo e composizione a pieni voti. Contemporaneamente, terminati gli studi classici, si iscrive all’Università a Padova e si dedica all’approfondimento del repertorio musicale rinascimentale e barocco. Segue per diversi anni i corsi di perfezionamento di prassi esecutiva della musica antica,di organo barocco e di clavicembalo tenuti dai maestri Jean Claude Zehender, Luigi Ferdinando Tagliavini, Harald Vogel, Andrea Marcon. Dal 1994 al 1998 ha studiato organo, clavicembalo e direzione alla Musikhoschule Mozarteum di Salisburgo e nella classe concertistica del maestro Daniel Chorzempa. Svolge attività concertistica come organista e clavicembalista e, collaborando con diverse formazioni vocali e strumentali, come continuista, maestro di coro e maestro di concerto. È stato per alcuni anni membro della Commissione Artistica del prestigioso Concorso Internazionale Corale Cecilia Seghizzi di Gorizia. È membro della commisione artistica dell’Usci Friuli Venezia Giulia. Dalla sua fondazione nel 1996 è il continuista titolare dell’Orchestra Barocca del Friuli Venezia Giulia G. B. Tiepolo con la quale ha intrapreso nel febbraio 2003 l’ambizioso e poliennale progetto dell’esecuzione integrale delle oltre duecento cantate e della musica sacra di J.S. Bach. Ha diretto la medesima orchestra e alcuni importanti cori, tra i quali il coro del Friuli Venezia Giulia, in grandi produzioni, sempre rinascimentali e barocche, ottenendo grande consenso di critica e di pubblico. È riconosciuto come capace improvvisatore di musica rinascimentale e barocca ed è considerato uno specialista e un conoscitore approfondito della prassi esecutiva e del repertorio vocale e strumentale antico: a tal proposito nel 2000 ha costituito l’Ensemble Orologio con l’intento di formare una vera orchestra rinascimentale per la musica del Cinque e Seicento. Ha tenuto numerosi concerti in prestigiose sedi sia come direttore che come strumentista affrontando sempre repertori antichi dai fiamminghi a Mozart. Collabora, in qualità di continuista e direttore, con importanti e famosi artisti del panorama musicale internazionale: Gustav Leonhardt, Emma Kirkby, Bruce Dickey, Doron Sherwin, William Dongois, Giorgio Fava, Furio Zanasi, Gian Paolo Fagotto, Daniele Carnovich, Sergio Foresti, Alessandro Carmignani, Markus Forster, Laura Antonaz, Anna Simboli, Mario Cecchetti, Luca Dordolo. Tra le ultime importanti produzioni ha diretto il progetto All’ombra della Basilica Ducale per i Teatri di Udine e Pordenone con musica sacra e profana del Cinque e Seicento veneziano, la Missa in Nativitate Domini di Gabrieli e Lasso, il Vespro di Monteverdi, l’Oratorio di Natale, la Johannes Passion e l’Integrale dei Mottetti di Bach, il Messiah di Haendel e la Missa pro defunctis di Cristòbal de Morales e il Concerto delle sacre Ceneri per la Fondazione Levi e La Fenice di Venezia, con musiche policorali e polistrumentali dei maestri della basilica Ducale nel Cinquecento. Dal 1° novembre 2011 è direttore dei corsi di ILMA Inverno. Collabora inoltre agli stage della Scuola di Musica Antica, sempre come continuista al cembalo.